Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomePianificazione FinanziariaState lontani dai nuovi “guru” della finanza è diffcile diventare il nuovo warren buffet

State lontani dai nuovi “guru” della finanza è diffcile diventare il nuovo warren buffet

E’ un  po’ come dire, ti insegno a giocare a calcio come gioca Cristiano Ronaldo il 99,999% delle persone si farebbero una grassa risata.

Nel grafico sono rappresentate le 10 azioni che da inizio secolo hanno reso di più, quanto avremmo guadagnato investendo solo 100 dollari su una di esse?

  1. Monster Beverage: 62.444 dollari
  2. Netflix: 23.071 dollari
  3. Equinix: 12.050 dollari
  4. Tractor Supply Company: 10.171 dollari
  5. Intuitive Surgical: 9.155 dollari
  6. Ansys: 7.856 dollari
  7. Apple: 7.416 dollari
  8. IDEXX Laboratories: 6.822 dollari
  9. Mastercard: 6.279 dollari
  10. Ross Stores: 6.003 dollari

E’ bello sognare ed immaginare di poter investire col senno di poi, nella realtà è complicatissimo riuscire a selezionare (stock picking)  le azioni giuste bisogna non solo essere preparati ma anche utilizzare strumenti di analisi evoluti e conoscenze approfondite delle singole realtà che purtroppo non riusciremo mai ad avere in quanto  disponibili a pochi operatori.

Per questo la strada più sensata da seguire quando si intende investire in azioni è puntare su un indice azionario preferibilmente a carattere globale e lasciar stare le logiche speculative su singole azioni o anche le nuove mode e tendenze sponsorizzate dai nuovi sedicenti guru della finanza. Vi porteranno alla rovina.

E’ sempre più di moda, infatti,  la tendenza ad illudere i risparmiatori sul fatto che si possa investire diventando tutti dei piccoli Warren Buffet, ecco allora che nascono come funghi corsi e metodi per trasformare la propria vita finanziaria e diventare ricchissimi, nuovi sedicenti guru della finanza salgono sul pulpito della “sapienza finanziaria” per spiegarci che con un corso di poche migliaia di euro possiamo diventare milionari. Molto probabilmente gli unici a diventarlo saranno loro con i soldi degli ignari discenti.

L’investitore assennato e consapevole deve rispettare semplici regole e comprendere che alcune attività di natura finanziaria sono impraticabili nel concreto, un investitore come Warren Buffet, prima di scegliere su quale azienda investire va a pranzo col suo amministratore delegato, riceve ed analizza documenti riservati dell’azienda, utilizza un’analisi, con i suoi 20 collaboratori, in grado di estrapolare  dai bilanci dell’azienda il cosiddetto valore intrinseco effettivo, attraverso un’analisi fondamentale puntualissima.

Non tutti possiamo essere Warren Buffet ma tutti possiamo investire con buon senso e in modo semplice, in fondo fu proprio lui a coniare la famosa frase: “Investire è semplice ma non è facile”.

Ultima provocazione, ma questi famosi guru e professori della finanza moderna come mai nel 2000 non sono riuscita ad investire anche solo 1000 dollari  su Monster Beverage? Oggi avrebbero circa  62, 444 milioni dollari e magari starebbero alla larga da risparmiatori sin troppo ingenui.

 

Cristofaro Capuano – Financial Coach

 

No comments

leave a comment