Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomePianificazione FinanziariaSpesso non è il rischio a generare perdite di portafoglio ma la convinzione di volerlo/poterlo evitare per paura di affrontarlo. Un Grafico ci spiega il perché.

Spesso non è il rischio a generare perdite di portafoglio ma la convinzione di volerlo/poterlo evitare per paura di affrontarlo. Un Grafico ci spiega il perché.

Il grafico di copertina vale molto più di mille parole o convegni e spiegazioni noiose su cosa sia la volatilità il rischio e le relative aspettative di rendimento.

In pochi passi possiamo subito comprendere 3 semplici concetti:

1. L’oscillazione dei nostri investimenti definita anche a volatilità (o rischio) non è il male assoluto, anzi essa rappresenta il motore per le nostre aspettative di guadagno. Quanto più vogliamo far fruttare i nostri investimenti tanto più dobbiamo accettare che gli stessi oscillano.

2. Il rischio/volatilità (o oscillazione) non è solo e sempre negativa ma spesso, molto spesso manifesta tutta la sua forza con performance positive da capogiro (vedi 1954 con rendimenti superiori al 50%; 1958 superiore al 40%,  il 1975 e il 1995 superiore al 30% o ancora il 1989, il 1997 ed il 2013 con rendimenti superiori al 25%), da notare che quasi sempre questi rendimenti seguono annate molto negative e ciò ci insegna un’altra cosa: mai spaventarsi ed uscire nei periodi più bui del mercato azionario, quei periodi sono opportunità uniche e rare da cogliere con apporti razionali e preordinati.

3. Nessun pasto è gratis! Non mi stancherò mai di dirlo, oggi più di ieri il rischio/volatilità (oscillazione) è presente in ogni asset class, nessuna esclusa, anche il mercato monetario (come si può vedere dal grafico in evidenza) può generare perdite temporanee superiori anche al 10%. La certezza di non perdere i propri soldi sta  nei comportamenti che si attivano al verificarsi di eventi negativi.

Per questo, per evitare brutte sorprese decidi prima, in anticipo, cosa fare, quali comportamenti porre in essere, al verificarsi di situazioni negative, anche le peggiori possibili sono gestibili ed offrono opportunità di investimento uniche, infatti proprio quei momenti saranno uno snodo importante per generare le performance attese, desiderate.

all

Spesso non è il rischio a generare le perdite ma la convinzione di volerlo/poterlo evitare per paura di affrontarlo.

Cristofaro Capuano

 

No comments

leave a comment