Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomeIn evidenzaPerché il problema principale del risparmiatore nel nuovo decennio è dove investire i soldi?

Perché il problema principale del risparmiatore nel nuovo decennio è dove investire i soldi?

Nell’attuale situazione di mercato chi non ha un chiaro processo di investimento e continua ad investire il suo denaro in modo naif (speculando più che investendo) ha un serio problema: non sa più cosa fare!

  • i mercati azionari sono sui massimi,
  • le obbligazioni sono in bolla,
  • i rendimenti monetari sono in negativo.

Per di più l’America è in contrazione economica (vedi grafico) ma gli operatori ignorano il dato e preferiscono essere ottimisti continuando presidiare i mercati azionari.

Un atteggiamento apparentemente contraddittorio ma che evidenzia il reale problema dell’investitore del nuovo decennio: se esco dal mercato azionario dove investirò i miei soldi?

Piccola Pillola di Educazione Finanziaria: che cosa è l’ISM

Il primo di ogni mese negli USA  viene diramato un report  molto affidabile tenuto in grandissima considerazione dagli operatori del settore finanziario. La sua oscillazione può influenzare pesantemente l’andamento dei mercati finanziari.

Si tratta dell’’ISM report che descrive l’andamento dell’industria manifatturiera e della crescita economica statunitense.  Periodicamente viene calcolato dall’Institute for Supply Management (ISM), su dati forniti da oltre 300 industrie del paese attraverso i loro direttori d’acquisto. viene elabora anche un report sullo stato di salute generale dell’economia made in USA basandosi principalmente sull’andamento della sua industria manifatturiera.

Una importante componente dell’ISM è il PMI (Purchasing Manager’s Index), un indicatore calcolato a partire da 5 diversi sottoindici, ognuno relativo a un particolare aspetto dell’attività aziendale:

  • nuovi ordini
  • produzione
  • occupazione
  • spedizioni
  • scorte presenti in magazzino

Se ‘ISM  esprime un valore inferiore a 50 punti percentuali l’economia statunitense sta andando incontro a una fase di contrazione. Al contrario, se il PMI supera i 50 punti percentuali, l’economia USA è in fase di crescita.

Questo mese l’ISM presenta un valore di 47 in piena contrazione.

Cristofaro Capuano

No comments

leave a comment