Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomeBenessere & PatrimoniPer Investire Bene Devi Sapere Dove Sei Nel Tuo Progetto di Vita

Per Investire Bene Devi Sapere Dove Sei Nel Tuo Progetto di Vita

Molti confondono il concetto di investire con quello del mordi e fuggi, del “cogliere l’occasione”, avere la dritta per fare l’affare del decennio.

Mi dispiace deluderli ma investire è altra cosa, il concetto di investimento deve far parte della nostra crescita professionale e privata in modo continuo, deve rappresentare un tassello essenziale del nostro progetto di vita così come il lavoro, la famiglia, gli amici, gli hobby, etc.. dobbiamo pensare all’investimento come un progetto di crescita finanziaria che ci accompagnerà lungo tutto il ciclo della nostra vita.

Per questo pensare di impiegare i propri risparmi speculando, per fare l’affare del momento, più che investire in modo strutturato e duraturo equivale a  “giocare” e ci sta… puoi farlo ma devi sapere cosa stai facendo. Cosa ben diversa è definire una sana pianificazione finanziaria in ragione del momento che stiamo vivendo.

Un progetto di vita non ha futuro senza un sano progetto finanziario, può non piacere ma è così!

La pianificazione finanziaria non può essere improvvisata o data in pasto agli eventi occasionali che ci troviamo di volta in volta ad affrontare, per pianificare bene il nostro futuro finanziario è fondamentale conoscere dove siamo lungo il nostro ciclo di vita, così come ipotizzato per la prima volta dal premio Nobel Franco Modigliani.

Semplificando di molto ciò che il ciclo di vita del Professore Italo-americano potremmo suddividere la nostra pianificazione finanziaria in tre differenti momenti del ciclo di vita:

  1. Apprendimento delle Competenze
  2. Costruzione del Progetto di Vita 
  3. Godimento del Patrimonio Generato

Ognuna di queste fasi richiede un approccio al risparmio ed agli investimenti differente, è necessario costruire un “Processo di Investimento” che accompagni il cambiamento della nostra vita man mano che esso si presenti. Per questo non possiamo affidarci al caso ma solo attraverso un Metodo e dei Comportamenti corretti possiamo raggiungere dei Risultati desiderati.

La prima fase, si investe su noi stessi, infatti, l’apprendimento delle competenze richiede uno sforzo formativo con una particolare attenzione ai costi di formazione e alla necessità di acquisire quelle competenze che puoi saranno utili nell’esercizio della propria attività lavorativa, in questa fase nella maggior parte dei casi è la famiglia che sta alle spalle della persona a finanziare i progetti formativi (Università, Master etc..), ma nel mondo di oggi la formazione è continua e anche nei primi decenni di lavoro la necessità di destinare parte dei risparmi a nuovi percorsi formativi diventa importante per crescere le proprie competenze ed il proprio status lavorativo.

La seconda fase del ciclo, si investe per realizzare i progetti e nel pianificare il periodo post lavorativo. Questa  è la fase più complessa essa è relativa non solo alla   nostra realizzazione delle nostre aspirazioni, dei nostri progetti nell’immediato: famiglia, figli, crescita professionale,  etc… ma anche nel costruire un patrimonio per la nostra fase post-lavorativa. Forse questo è l’aspetto più difficile da digerire, pochi sono disposti a guardare così lontano, soprattutto i giovani tendono a sottovalutare  l’importanza di stabilire da subito una quota di risparmio da destinare al periodo del pensionamento. Si tende ad evitare percependo l’obiettivo troppo lontano, ma purtroppo così facendo si ipoteca un futuro poco sereno nella fase post-lavorativa.

L’ultima fase del ciclo è strettamente legata alla capacità che abbiamo avuto in quella precedente di costruire un patrimonio da destinare al “de-cumulo” graduale quando siamo nell’età della pensione. Questa è la fase in cui ci si può godere il tempo libero, coltivare le passioni girare il mondo, godere di ciò che si è costruito nella vita. E’ anche la fase in cui si pianifica la propria successione, si supportano i figli, o anche i nipoti nella loro crescita formativa,  etc..  Ovviamente non c’è da escludere che l’allungarsi della vita porti anche ad una serie di supporti sia medici che assistenziali necessari per poter vivere serenamente e tutto questo richiede di disporre di risorse finanziarie ben organizzate capaci attraverso un de-cumulo costante di renderci sereni nell’affrontare l’ultima fase della nostra vita.

Come si può comprendere, dunque, il risparmio e gli  investimenti non possiamo legarli ad un evento occasionale, la sono ingredienti fondamentali lungo tutto il ciclo della nostra vita, bisogna saperli organizzare, pianificare con cura ed attenzione le nostre risorse può fare la differenza tra l’essere finanziariamente sereni o meno.

Investire non dev’essere un modo per ricercare un guadagno facile ma deve diventare  una buona abitudine per vivere meglio nel presente e nel futuro.

Cristofaro Capuano

#financialcoach #escidalgregge #pianificazionefinanziaria

 

Vuoi Uscire dal Gregge? Iscriviti alla mia Newsletter Appunti di Viaggio. Clicca Qui.

No comments

leave a comment