Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomeEconomia dei comportamentiNon C’è Un Momento Giusto Per Investire Ma Solo Un Buon Motivo Per Farlo.

Non C’è Un Momento Giusto Per Investire Ma Solo Un Buon Motivo Per Farlo.

Devi avere un metodo e devi essere in grado di confermarlo giorno per giorno con i tuoi comportamenti, gli investitori sono troppo inclini a cambiare tavolo di gioco appena il gioco si fa duro. 

Non si investe in ragione del passato, non si guardano le performance ma i progetti che vogliamo costruire nella nostra vita.

Investire significa trasferire ricchezza nel tempo per proteggere il patrimonio dalla perdita di potere d’acquisto (inflazione) ed ottenere un capitale a scadenza che sia in grado di realizzare i nostri desideri.

Il mercato ondeggia, oscilla, barcolla, cade si rialza senza alcuna possibilità di prevedere cosa farà domani. L’unica certezza è la costante crescita di lungo periodo del nostro benessere globale.

Investire con metodo e comportamento significa cogliere quella crescita senza farsi distrarre dal rumori di fondo di breve periodo

Le nostre scelte disegnano il percorso, i nostri comportamenti possono aiutarci  a superare gli imprevisti per arrivare al traguardo.Investire è un po’ come  prepararsi ad una maratona, speculare, invece, è uno sprint tra amici. Approcci diversi, allenamenti diversi, necessità di metodo da un lato, possibilità di improvvisare dall’altro.

Se i nostri comportamenti determinano l’80% dei rendimenti è altrettanto vero che se non adottiamo un metodo quei comportamenti risulteranno orfani di risultati in quanto orfani di azioni concrete. Il ruolo di un consulente non è altro che questo: dare un metodo ai suoi investitori per assecondare le sue emozioni ed agire secondo comportamenti virtuosi.

Un esempio è dato dal decidere quando investire soprattutto in periodi turbolenti come quelli che stiamo attraversando gli investitori provano, sbagliando, a capire quale sia il momento giusto pe investire.  

Il grafico mostra che non c’è un mese “buono” per investire, ma solo un buon motivo per farlo.

Non si investe in ragione del passato, non si guardano le performance ma i progetti che vogliamo costruire nella nostra vita.

Investire significa trasferire ricchezza nel tempo per proteggere il patrimonio dalla perdita di potere d’acquisto (inflazione)  ed ottenere un capitale a scadenza che sia in grado di realizzare i nostri desideri.

Il mercato ondeggia, oscilla, barcolla, cade si rialza senza alcuna possibilità di prevedere cosa farà domani. L’unica certezza è la costante crescita di lungo periodo del nostro benessere globale. 

Investire con metodo e comportamento significa cogliere quella crescita senza farsi distrarre dal rumori di fondo di breve periodo.

Anche perché le recessioni durano sempre meno dei momenti di crescita, ed anche se innescano profonde paure creando enormi  disagi emotivi  in chi investe,  rappresentano sempre una buona occasione per  riallocare il proprio portafoglio ed approfittare delle opportunità di comprare a prezzi scontati per il medio lungo periodo.

Questa che stiamo vivendo molto probabilmente non passerà alla storia come una comune recessione ma come una trasformazione strutturale e culturale dei nostri modelli di convivenza politica economica e sociale. Il coronavirus non ha fatto altro che accelerare sei fenomeni che già erano in atto e che hanno le sue radici nella precedente crisi del 2008:

  1. La politica svuotata dei suoi poteri ha abdicato prima alla finanza e poi alla tecnica;
  2. L’economia dopo la globalizzazione selvaggia sta capendo che “bisogna  passare dal Free Trade al Fair Trade” (cit. G. Tremonti), passare cioè dal libero scambio fondato esclusivamente sui costi di produzione, ad un libero scambio fondato sulla tutela ed il rispetto dei diritti civil;
  3. La rivoluzione digitale  è divenuta un’alleata del nostro vivere quotidiano più che un nemico da abbattere. Dal lavoro all’istruzione, ai rapporti sociali si è compreso come la demonizzazione miope del digitale abbia fatto perdere (soprattutto all’Italia)  tempo prezioso per riorganizzare la nostra società ed il nostro sistema produttivo.

Avere la capacità di cavalcare queste tre tendenze (centralità della politica, fair trade globale e rivoluzione digitale) significa cambiare il mondo ed abbracciare una nuova crescita molto più stabile e sostenibile.

Come sempre la crisi, in un tempo più o meno lungo, passerà e solo chi l’avrà affrontata con metodo ed il giusto comportamento potrà godere dei grandi cambiamenti che la stessa avrà generasto. Una crisi è sempre un’importante occasione per crescere, meglio.

 

 

 

No comments

leave a comment