Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomeEconomia dei comportamentiLe Banche Centrali Hanno Comprato di Tutto Alterando la Percezione del Rischio Dei Risparmiatori

Le Banche Centrali Hanno Comprato di Tutto Alterando la Percezione del Rischio Dei Risparmiatori

Per investire bene bisogna partire dal rischio, comprendere che è un elemento essenziale ed ineliminabile del processo di investimento. Per il fatto stesso che investendo trasferiamo  i nostri risparmi nel tempo, in un futuro sconosciuto ed incerto, assumiamo un rischio, quello di dover gestire l’incertezza.

Negli Ultimi 12 anni i mercati hanno reso in maniera anomala, con performance eccezionali  e volatilità quasi azzerata, anche la crisi Covid-19 è durata meno di un trimestre e questo non solo grazie alla crescita degli utili ma anche e soprattutto grazie agli acquisti delle banche centrali.

Un comportamento, quello delle banche centrali,  che sta alterando la percezione del rischio di molti investitori.  Soprattutto sui mercati azionari si è restii ad accettare la probabilità che lo stesso possa oscillare anche del 50% in negativo.

Si, proprio così! i Mercati azionari possono oscillare del -50%! E richiedere anni per poter recuperare la perdita.

Bisogna  solo saperlo esserne consapevoli ed assumere i comportamenti corretti se e quando si dovesse verificare uno scenario simile.

Pensare che la natura dei mercati azionari sia cambiata è un’illusione.

Le banche centrali per ora hanno impedito i lunghi drawdown ma sarà sempre sostenibile questa strategia?

I bilanci degli istituti centrali sono pieni zeppi di titoli, governativi e non,  comprati a mani basse a partire a dalla crisi del 2008  per  evitare il peggio.

L’alterazione  naturale dell’andamento dei mercati è sotto gli occhi di tutti. Il grafico mostra come le stesse abbiano reagito alla crisi del Covid-19, un’operazione eccezionale per arginare la crisi finanziaria … ci sono riusciti!

Bene.

Ma in futuro il problema sarà come uscirne, come vendere questa montagna di titoli senza far collassare il mercato?

 

Per ora nessuno lo sa… ma gli investitori non devono illudersi, le oscillazioni “negative” sono il sale dei mercati, non possiamo ignorarle, ma accettarle, imparare a gestire le fase negative, trasformarle in momenti strategici di gestione del nostro patrimonio.

Il rischio sui mercati è ineliminabile, ma sempre gestibile.

Cristofaro Capuano

 

No comments

leave a comment