Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomeBenessere & PatrimoniLe 5 cose da non fare nel 2017 per investire con serenità.

Le 5 cose da non fare nel 2017 per investire con serenità.

  1. Non credere alle previsioni degli analisti, come ogni anno gestori ed analisti provano a dare una indicazione di massima sugli asset che saliranno e quelli che scenderanno, bene, CESTINATE TUTTO. Negli ultimi 40 anni da quando questa pratica è in voga nessuno mai ha “indovinato” l’asset vincente.
  2. Non concentrare gli investimenti in singoli titoli, l’acquisto di un singolo titolo espone i tuoi risparmi ad un rischio troppo elevato che in gergo viene chiamato rischio specifico (dipendente cioè esclusavamente dalla solidità e  natura dell’emettente) pensate se oggi un risparmiatore avesse in mano titoli MPS, Antonventa, B. Vicenza etc…per lui non sarebbe un buon 2017. (Nel grafico sottostane si mostra l’andamento di una obbligazione sub. MPS che ha perso oltre il 50% del sul prezzo di emissione).mps-2020-sept-subordinato
  3. Non investire in un unica area geografica, il 2016 appena ttascorso ci ha insegnato che per essere protetti dai rischi finanziari è necessario avere una visione globale, basti pensare che tutti i risparmiatori italiani, e sono molti, che pur diversificando hanno concentrato i loro investimenti nel merfcato finanziario italiano, comprando azioni italiane, fondi azionari etf italine, obbligazioni fondi obbligazionari italiani ha visto i propri soldi subire una perdita tra il 5% ed il 10%, invece avendo un investimento globale lo stesso asset ha prodotto un guadagno superiore al 5%. (Vedi grafico sul confrnto azionario del mercato italiano e mondiale negli ultimi 5 anni).confrnto-mercati
  4. Non valutare i tuoi  investimenti nel breve, ad esempio osservando le performances su base annuale, forse questo è l’errore più frequente che compie un investitore: non riuscire a trattenere la propria emotività valutando il proprio asset su orizzonti temporali brevi piuttosto che sull’orizzonte temporale ad esso assegnato.                   Una volta pianificato il proprio investimento, se esso ha una natura decennale (ad esempio azioni vedi grafico) è del tutto inutile stare lì dopo un anno.mercato-usa
  5. Non scappare mai quando tutto crolla! Da oltre 500 anni gli investimenti finanziari  (di ogni ordine e grado) hanno momenti di crescita ed espansione e momenti di crisi e depressione. Puntualmente, però, da oltre 500 anni il piccolo investitore compie sempre lo stesso errore: scappa quando le cose vanno male, investe con leggerezza quando le cose vanno bene. Si tratta del cosiddetto stato emotivo euforia/avvilimento. img_4419Quando i mercati crollano i prezzi delle attività finanziarie scendono rendoendole più appetibili, più convenienti, praticamente si genera una opportunità di acquisto e non un occasione di vendita.                                                                                                                                                                 Un investitore razionale non teme i crolli di mercato ma ne approfitta per fare shopping.                      
    In breve: per investire non  affidarti alle previsoni ma studia il tuo profilo di rischio/rendimento, diversifica in modo globale, dai tempo agli asset di prodirre i frutti pianificati, non scappare quando i prezzi scendono ma compra!

 

Cristofaro Capuano – European Financial Advisor

No comments

leave a comment