Cell: +39.3296941980 - E-mail: info@cristofarocapuano.it
HomePianificazione FinanziariaI giorni peggiori di borsa sono “oro” per un investitore razionale (vediamo il perché).

I giorni peggiori di borsa sono “oro” per un investitore razionale (vediamo il perché).

Questo grafico molto interessante mostra l’andamento della volatilità (leggasi rischio) dei mercati azionari dal 1970 ai giorni nostri.

Nello stesso grafico sono segnati in rosso le 25 peggiori performance giornaliere ed in verde le 25 migliori performance giornaliere.

La riflessione che possiamo fare è abbastanza semplice ed intuitiva, come si può notare dal grafico, sia le peggiori che le migliori performance si manifestano tutte nei periodi di elevata volatilità (o rischio) ben oltre quella che è la media di volatilità del mercato (retta grigia nel grafico) ciò significa che se decido di essere fuori dal mercato quando i rischi aumentano da un lato evito le giornate negative e i crolli improvvisi ma nello stesso tempo rinuncio alle migliori performance che il mercato mi può offrire.

Questo aspetto è uno dei principali motivi per cui chi fa trading non riesce mai a battere il mercato in un orizzonte temporale lungo (al di là delle solite eccezioni statistiche di qualche bravo Trader che per un periodo limitato nel tempo è riuscito a performare meglio dei mercati ma sono casi rari e code statistiche che riguardano pochissime persone).

Se poi consideriamo quegli investitori che intendono addirittura fare trading coinfondi o etf, entrando ed uscendo dal mercato, ancora peggio!

Non solo per i costi di gestione, i tempi di switch, la tassazione degli utili etc… ma anche per l’impatto che i comportamenti emotivi generano sulle scelte dell’investitore nel 99,9999999% dei casi SBAGLIATE.

Dunque cosa fare?

Semplice:

1. Comprendere ed accettare la natura ed il comportamento del mercato azionario così come presentato in questo grafico.

2. Rimanere investiti negli Asset prescelti per il periodo prefissato, meglio ancora se in questa fase ci si confronta con un buon consulente in grado di rapportare bene il livello di rischio sostenuto con l’orizzonte temporale appropriato. 

3. Non spaventarsi se i mercati scendono e ricordarsi che in prossimità dei crolli ci sono le più interessanti.59060A0C-47EF-41C2-AA6F-FA3149FA3965.jpeg

Investire è facile ma non è semplice. Costruire un modello comportamentale di investimento è la cosa più sana che il risparmiatore accorto può fare

Cristofaro Capuano

No comments

leave a comment